non cedere

tutto ha un prezzo. banalità, ovvietà. prima di tutto capire se si è disposti a pagarlo. e se sì, pagarlo. davvero. subito, senza sgarro e non a rate. i creditori sono la peggior specie possibile di zanzare. di quelle che attaccano la malaria e poi la morte. tutta una questione di scelte. banalità, ovvietà. e un po’ di disciplina serve anche agli anarchici, … Continua a leggere

la vita è come la verità

la mia frase rimase sospesa. io, non mi aspettavo più niente dalla vita. l’avevo solo prevista così com’era, un giorno. e avevo finito per amarla. senza colpa, senza rimorsi, senza timore. semplicemente. la vita è come la verità. si prende ciò che si trova. spesso si trova ciò che si è dato. non è poi così complicato. rosa, la donna … Continua a leggere

torino 10 dicembre

torino offesa, nera di rabbia. fredda senza pudore. solo la sua atavica dignità le permette di non alzare il dito medio. corteo, persone tante. non c’è bandiera che rappresenti più nessuno. alcune bandiere non ci sono nemmeno. la rabbia è sorda ma parla, cazzo se parla. il lutto lo senti anche nei mattoni. la misura è colma. e ti accorgi … Continua a leggere

la strada

con la prima luce grigiastra l’uomo si alzò, lasciò il bambino addormentato e uscì sulla strada, si accovacciò e studiò il territorio a sud. arido, muto, senza dio. gli pareva che fosse ottobre ma non ne era sicuro. erano anni che non possedeva un calendario. si stavano spostando verso sud. lì non sarebbero sopravvissuti a un altro inverno. [finalmente, la … Continua a leggere

domande

nell’epoca in cui viviamo gli organi del potere ci interrogano senza posa, e certo non si può dire che siano animati esclusivamente da un’ideale brama di conoscenza. quando ci interpellano con le loro domande, non cercano il nostro contributo alla verità oggettiva nè, tanto meno, alla soluzione di questo o quel problema particolare. ciò che gli importa non è la … Continua a leggere

time is on my side

l’autorità si esercita in molte forme. è un rapporto di forza in cui chi subisce fa il gioco di chi ottiene. l’autorità esige. esige lavoro, esige consenso, esige attenzione, o ammirazione. a volte esige anche sentimenti. ma soprattutto esige tempo. esige il tempo della tua giornata, misurato in orari, incentivi, retribuzioni, straordinari. per regolare questi rapporti di forza esistono i … Continua a leggere

the road (apettando cormac)

So now I’m goin’ back again, I got to get to her somehow. All the people we used to know They’re an illusion to me now. Some are mathematicians Some are carpenter’s wives. Don’t know how it all got started, I don’t know what they’re doin’ with their lives. But me, I’m still on the road Headin’ for another joint … Continua a leggere

cause perse

sempre adorato le cause perse. gli indifendibili. per spirito di bastian contrario. ma anche per salutare quantità di malinconia che c’è in un loser dichiarato, in un individuo senza talento, o fuori posto, fuori tempo, bistrattato, estraneo all’idea stessa di “coolness”. questa mia perversione si è manifestata in vari modi, alcuni “alti”, altri meno. al liceo tutti i miei compagni … Continua a leggere

autoritratto (con scrivania)

il primo giorno di ufficio è troppo stordente per descriverlo. nel secondo c’è già più lucidità tra la nausea e la risacca gastrica e morale. dopotutto sembra solo una sedia. e un tavolo. e uno schermo. ma c’è tutta tutta tutta l’impotenza di un essere vivente dietro questi tre oggetti. di fatto sono un servo. e se posso ancora esprimere … Continua a leggere